Enel Fotovoltaico Opinioni sugli Impianti

Enel è il più grande fornitore di energia elettrica in Italia. Da un po’ di anni si è gettato nel settore delle energie rinnovabili con la consociata Enel Green Power dedicandosi anche alla vendita diretta di impianti fotovoltaici. Invece che affidarsi a terzi propone direttamente ai consumatori i suoi pacchetti tutto compreso.

Fino a qualche anno fa la proposta si chiamava “Raggio Senza Pensieri” , forse ancora la trovate disponibile. Raggio Senza Pensieri prevede due categorie di prezzo del pacchetto.
Il pacchetto base, 2.76 KWp (potenza necessaria per una famiglia media) comprende moduli non-europei, il display touch-screen per monitorare da casa i dati di produzione dell’impianto.

offerte fotovoltaico enel

Nella versione Premium, invece, Raggio Senza Pensieri usa di moduli di produzione europea e l’estensione a 10 anni della garanzia degli inverter. C’è anche la versione da 4,14 kWp che prevede la manutenzione ordinaria per 5 anni.

Ovviamente parliamo di impianti che erano legati al vecchio Conto Energia, il sistema di incentivi 20ennali alla produzione di energia elettrica da fotovoltaico. Questi incentivi sono terminati già da diversi anni e ora non è previsto nessun aiuto di “Stato” se non le detrazioni fiscali del 50% su una spesa massima di 96.000 euro. Non è comunque male come aiuto: ad esempio se spendiamo 8000 euro, possiamo detrarre ogni anni dalla dichiarazione dei redditi 400 euro per 10 anni.

Attualmente Enel propone 4 pacchetti, 4 tipi di impianto, di cui due con storage ovvero con sistema di accumulo con batterie In quest’ultimo caso la corrente elettrica prodotta durante il giorno, quella che non consumiamo, può essere accumulata per l’utilizzo notturno, siamo in pratica indipendenti energeticamente parlando.

Fotovoltaico start: quattro opzioni, small, medium, large, extra large. Si parte da impianto da 2,16 Kw CON MODULI BISOL ed inverter Growatt per l’opzione small e si sale. E’ compreso l’inverter, apparecchio che serve per trasformare la corrente prodotta da continua ad alternata, il progetto, le staffe, il montaggio e l’allaccio. La garanzia è quella di legge ovvero 24 mesi.

Un sistema del genere è in grado di produrre al Nord Italia circa 2800-3000 Kw di energia elettrica l’anno, 3100 al centro Italia e 3300 al sud.

LEGGI L’ARTICOLO SU Quanta energia elettrica si produce da un impianto FOTOVOLTAICO.

Fotovoltaico Plus: il prezzo sale e si passa a 7400 euro euro per il sistema small da 2,16 Kw. Il costo maggiore è giustificato dalla qualità dei moduli e dall’ INVERTER, un ABB, superiore. L’impianto da 3,24 Kw costa 8700 euro, quello da 4,32 10.2000 euro.

Energy Storage: è un sistema di storage, batterie fotovoltaiche, dedicato all’ accumulo di energia elettrica da collegare ad un impianto pre esistente. Anche qui disponibile in tre tagli differenti con tre tipologie di costi.

Opinioni

francamente i prezzi proposti da Enel sono totalmente fuori mercato. 6500 euro iva inclusa dell’ offerta START in versione small sono troppi per un Impianto da 2,16 Kw, per non parlare degli 8700 euro iva inclusa richiesti per l’opzione FOTOVOLTAICO PLUS per 3,24 Kwp.

Tralasciando la marca dei moduli fotovoltaici che non è al top della gamma, non stiamo parlando di Panasonic o Sunpower, rimane il fatto che anche giustificando l’affidabilità del brand e l’esperienza nel settore, sono troppi.

La media dei prezzi degli impianti fotovoltaici è di 1800-2000 euro al Kilowatt, inverter, cavi, staffe, allaccio e montaggio incluso. Con 6000 euro riusciamo a prendere un impianto da 3,5 Kwp anche usando marche di moduli fotovoltaici, ad esempio quelle cinesi che hanno un’alto rendimento, tipo Yingli, Suntech o TRINA, oppure per un taglio da 2,16 Kw difficilmente spendiamo più di 4500 euro, anche con moduli di qualità.

Anche la parte di storage ha costi eccessivi, 6200 euro di batterie per sostenere un impianto da 3 Kwp sono troppi, specie se confrontati con la nuova proposta di TESLA con la POWERWALL 2. Quella da 14 Kwh di Tesla costa 6400 euro.

Condividi se ti è piaciuto...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.